State cercando una soluzione per rendere ancora più gustosi i vostri secondi piatti di carne o i risotti?

La glassa di vino rosso è una salsa perfetta per accompagnare una grigliata mista, hamburger, l’abbacchio allo scottadito o verdure. È uno di quei segreti dello chef che rendono speciali le preparazioni, un tocco da vero maestro!

Vediamo come preparare la glassa di vino rosso, ricetta semplice che si può preparare all’occasione oppure anche in anticipo, perché può essere conservata in frigorifero per un paio di giorni.

Quale vino utilizzare?

Per realizzare la glassa di vino rosso ovviamente serve una bottiglia di vino rosso e dato che il suo sapore è quello che determinerà il gusto della salsa non dovrà essere ossidato o troppo scadente. Meglio optare per un vino non troppo dolce e non frizzante, adatto al tipo di carne o pesce che dovrà accompagnare.

Potete utilizzare un vino rosso firmato Cantine di Dolianova per garantire tutto il gusto e il profumo dei vitigni più tipici della Sardegna.

Per creare la riduzione al vino rosso il sentore del vino viene poi un po’ smorzato dall’aggiunta del brodo vegetale (potete farlo in casa o utilizzare un dado già pronto). Potete aggiungere anche delle erbe aromatiche, ma senza esagerare per evitare di coprire il sapore del vino.

La difficoltà sta nel saper bilanciare bene sia la sua acidità che la consistenza.

La glassa al vino rosso è una ricetta che si può preparare in qualsiasi periodo dell’anno, per decorare un piatto o per esaltarlo e che piacerà non solo agli appassionati di vino. La salsa può essere conservata in frigorifero in una ciotolina coperta con pellicola alimentare per massimo 4 giorni.

Vediamo insieme come preparare la “glassa di vino rosso ricetta”.

Ingredienti

  • 400 ml Vino rosso Cantine di Dolianova
  • 250 ml Brodo vegetale
  • Erbe e spezie q.b. (alloro, timo, ginepro, pepe nero in grani)
  • 1/3 Cipolle o scalogno
  • 20 g Burro
  • 2 cucchiaini di Zucchero
  • 1 cucchiaio di Amido di mais

Come fare la salsa al vino rosso

Pulite la cipolla e tagliatela finemente. In un pentolino fate fondere metà del burro assieme alla cipolla e fate rosolare per qualche minuto. Unite il vino rosso e fatelo ridurre a fiamma alta di circa un terzo del suo volume, in modo che evapori l’alcol.

Aggiungete lentamente il brodo vegetale, il timo, l’alloro e gli aromi che preferite, unite lo zucchero e lasciate cuocere per 5 minuti.

Fate sciogliere la farina in un cucchiaio d’acqua, mescolatela nel restante burro e versatela alla salsa durante la cottura. Abbassate la fiamma e lasciate cuocere la glassa di vino rosso fino a quando non si addensa e la sua consistenza non diventa leggermente cremosa.

Vi consigliamo di assaggiarla per controllare che non sia troppo acida, nel caso lasciate cuocere altri minuti aggiungendo un cucchiaino di zucchero. Terminata la cottura togliete dal fuoco.

A questo punto potete frullare il tutto con un frullatore ad immersione oppure filtrare la riduzione al vino rosso con un colino per eliminare eventuali grumi formatisi durante la cottura.

Trasferitela in appositi contenitori o nella salsiera e lasciatela raffreddare per 5-10 minuti, mescolando di tanto in tanto per mantenerne la consistenza omogenea e aggiungendo un pizzico di sale a piacere.

Utilizzate la glassa di vino rosso per accompagnare e arricchire secondi a base di carne rossa o bianca, risotti, pesce o ciò che preferite!

Consigli

Per conferire una nota agrodolce alla riduzione al vino potete aggiungere un cucchiaio di miele e un pizzico di aceto balsamico di Modena. Questa versione sarà particolarmente adatta per carne di maiale o di pollo, sarà simile ad una salsa barbecue fatta in casa ma dall’aroma delicato.

In cottura potete unire del succo di limone e le spezie che più sono di vostro gradimento ricordando però di non esagerare per non coprire il sapore del vino.

Pin It on Pinterest

Share This